24.7.17

• A Clash of Covers •
La pallina assassina di Olséni & Hansen

Buon pomeriggio a tutti e buon inizio settimana con A Clash of Covers!
Citazione ed omaggio ad A Clash of Kings, titolo originale del secondo libro della saga Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin, A Clash of Covers è una rubrica settimanale pensata per alleviare un po' il trauma del lunedì e rendere un po' più sopportabile il ritorno a lavoro e studio. 😄
Ogni lunedì sceglierò un libro di un autore straniero fra quelli in uscita che vi segnalo in Coming Soon - o fra quelli freschi di pubblicazione -, mettendo a confronto la copertina dell'edizione originale e quella dell'edizione italiana, per scoprire quale delle due risulta più azzeccata in base alla trama o, semplicemente, quale ci piace di più!
Per questa settimana ho scelto La pallina assassina di Christina Olséni e Micke Hansen, edito da Bompiani, in libreria da mercoledì 26 luglio (ma già prenotabile su Amazon).
Trama
Giugno a Falsterbo è perfetto per giocare a golf. Lo sanno bene i due maturi amici Egon e Ragner, che come di consueto sono già in campo molto presto la mattina. Li raggiungono Elisabeth e Märta, fresca vedova, già amante di Ragner in gioventù. Durante la partita i quattro trovano in un bunker il corpo di Sven Silfverstolfe, ricco imprenditore nonché proprietario del campo. Il morto ha un vistoso livido sulla tempia, e gli amici si convincono di essere responsabili della sua morte grazie a un tiro particolarmente riuscito. Il nipote di Egon, Fredrick, interpellato sul da farsi, consiglia loro di cancellare le tracce e lasciare tutto com'è. I quattro invece decidono di inscenare un suicidio, ma vengono ben presto smascherati. Va da sé che non sono loro i colpevoli: Sven era detestato da molti. L'amante Madeleine, che ha abbandonato dopo la nascita del figlio svuotandole il conto; Sophia, la giovane moglie che gli rivela di aspettare un bambino - che non può essere suo; e ancora, gli investitori di un suo progetto fallito.
Veniamo ora alle copertine!

22.7.17

• Recensione •
Trilogia del Novecento di Eraldo Baldini

Eraldo Baldini
Trilogia del Novecento

Einaudi • 5 aprile 2016
brossura • 319 pagine
€ 17.00 • amazon.it
È la vigilia del Giorno dei Morti del 1906. L'apparizione di una donna con gli stivali che rivuole indietro il suo terreno basterebbe a far scappare chiunque. Maddalena no, non scappa. E avrà una storia da raccontare. Quattro reduci della Grande Guerra salgono in montagna per lavorare a una carbonaia, e restano coinvolti in una serie di eventi inquietanti. È la terribile esperienza della trincea che spinge le loro menti a trasfigurare la realtà, o il bosco nasconde davvero un Nemico? L'ispettore ministeriale Carlo Rambelli viene inviato nel Ravennate per indagare su una presunta epidemia di malaria. Giunto sul posto dovrà fare i conti con omertà, superstizione e squadracce fasciste. E con la strana scomparsa dei cadaveri di sette bambini. Grazie a un'affascinante miscela che combina paure ataviche e spietati pregiudizi, Baldini ci regala tre storie magnetiche immerse in una geografia provinciale carica di mistero.
Recensione
Che la prima metà del Novecento sia stato un periodo oscuro, tremendo e pieno di morte e di orrori lo si sa fin quasi dalla nascita, è un'informazione base con cui hanno dovuto fare i conti tutte le generazioni successive. Da quando si mette piede nella scuola dell'obbligo, si commemora, si celebra, si legge, si approfondisce nella speranza che quella terribile parentesi non si riapra mai più.

Ma cosa succede quando a questi orrori reali, concreti, totalmente umani e terreni viene aggiunta una buona dose di brivido e mistero legati al sovrannaturale?
Cosa succede quando, a seguito di un'apparizione tutt'altro che mariana in una notte dei Morti particolarmente nebbiosa, la malasorte si abbatte su un paesello durante la prima guerra mondiale?
O quando, finita questa, ci si ritrova isolati su di una montagna mentre una presenza minacciosa si fa sempre più vicina e nei dintorni diverse persone si volatilizzano misteriosamente nel nulla?
O ancora se, all'alba del ventennio fascista, si attribuisce un'epidemia di malaria ad una creatura affatto benigna, e alla morte di diversi bambini viene data una spiegazione che non riesce ad essere pienamente convincente?


17.7.17

• A Clash of Covers •
La piccola libreria dei cuori solitari di Annie Darling

Buongiorno a tutti, lettori, e buon lunedì con il redivivo A Clash of Covers!
Citazione ed omaggio ad A Clash of Kings, titolo originale del secondo libro della saga Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin, A Clash of Covers è una rubrica settimanale pensata per alleviare un po' il trauma del lunedì e rendere un po' più sopportabile il ritorno a lavoro e studio. 😄
Ogni lunedì sceglierò un libro di un autore straniero fra quelli in uscita che vi segnalo in Coming Soon - o fra quelli freschi di pubblicazione -, mettendo a confronto la copertina dell'edizione originale e quella dell'edizione italiana, per scoprire quale delle due risulta più azzeccata in base alla trama o, semplicemente, quale ci piace di più!
Tengo parecchio a questa rubrica, per cui, nonostante durante l'estate non si capisca più niente ed ogni appuntamento fisso rischi puntualmente di slittare o essere rimandato a data da destinarsi, cercherò comunque di postare regolarmente di lunedì, per quanto possibile. 😅
Per questa settimana ho scelto La piccola libreria dei cuori solitari di Annie Darling, edito da Sperling & Kupfer, in libreria da martedì 18 luglio (ma già prenotabile su Amazon).
Trama
Nel cuore di Londra c'è una piccola libreria chiamata "Bookends". Per quanto vecchia e malandata, è sempre stata un fantastico mondo di storie e di sogni per Posy Morland, sin da quando era bambina. Fino a farle da casa e da famiglia. Ma ora che l'anziana proprietaria, Lavinia, è morta lasciandole in eredità il negozio, Posy si ritrova a fare i conti con la realtà insieme ai colleghi: restano solo pochi mesi per pagare i debiti, rilanciare la libreria e scongiurarne la chiusura. Posy avrebbe già un piano: farne il paradiso dei romanzi d'amore, il punto di riferimento per tutte le lettrici romantiche. Ma il nipote di Lavinia, Sebastian, imprenditore senza scrupoli, è convinto che puntare tutto sui gialli sia la strategia vincente sul mercato. Mentre tra i due la battaglia si fa sempre più accesa, Posy sfoga la propria collera nella scrittura. Pagina dopo pagina, intesse una trama di ambientazione ottocentesca dove tra i protagonisti - identici, guarda caso, a lei e Sebastian - scatta inaspettatamente la passione. E se la fantasia fosse già realtà? Nella vita, come nel romanzo, starà a Posy scegliere il finale.
Veniamo ora alle copertine!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...