A Clash of Covers ⚔️ La casa del padre - Karen Dionne

A Clash of Covers
Citazione ed omaggio ad A Clash of Kings, titolo originale del secondo libro della saga Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin, A Clash of Covers è una rubrica settimanale pensata per alleviare un po' il trauma del lunedì e rendere un po' più sopportabile il ritorno a lavoro e studio. 😄
Ogni lunedì sceglierò un libro di un autore straniero fra quelli in uscita - o fra quelli freschi di pubblicazione -, mettendo a confronto la copertina dell'edizione originale e quella dell'edizione italiana, per scoprire quale delle due risulta più azzeccata in base alla trama o, semplicemente, quale ci piace di più!
Buon nevoso lunedì a tutti!
Che voi viviate nel Lazio, in Molise o in Piemonte o ovunque ci sia il gelo totale, sappiate che vi invidio tantissimo, perché qui a Matera il cielo è di un bianco che più bianco non si può ma la neve ancora non si è fatta vedere. 😞

Aspettando di vedere cosa succederà, dedichiamoci all'appuntamento del lunedì, ché la scorsa settimana l'abbiamo trascurato per lasciare spazio al giveaway (aperto fino al 4 marzo: forza, forza!).
Arieccoce quindi con l'A Clash of Covers! Questa settimana si sfidano copertina originale e copertina italiana di La casa del padre di Karen Dionne. ⚔️
Questo thriller edito da Sperling & Kupfer arriva in libreria domani martedì 27 febbraio al prezzo di copertina di € 17.90 ma, se volete, potete acquistarlo su Amazon cliccando su questo link e supportare così il blog senza spendere nemmeno mezzo centesimo in più (anzi, risparmiando pure). 😉
Trama
Nonostante tutto, Helena Pelletier è riuscita ad avere la vita che voleva: un marito che ama, due figlie bellissime, un lavoro che le riempie le giornate. Finché, un giorno, un brutto giorno, sente un annuncio alla radio, e capisce di essere stata un'ingenua a credere di poter dimenticare il passato. Perché lei ha un segreto. Qualcosa che non ha rivelato neanche al marito, qualcosa che ha a che fare con la sua infanzia, con quella madre famosa suo malgrado, e con il padre la cui casa non era altro che una capanna nei boschi del Michigan. È lì che Helena ha vissuto i suoi primi dodici anni, nella foresta, senza luce né acqua corrente, senza un'anima a parte loro tre. E ha amato quella vita selvaggia, il fiume, la caccia, ha amato suo padre, quel padre brutale e amorevole a un tempo che le ha insegnato tutto quello che sa. Quel padre dal quale è dovuta scappare e che è finito in prigione. Sono passati quindici anni quando Helena sente alla radio che lui è evaso, e sa di essere in pericolo, proprio come tanti anni fa. Soprattutto sa di essere l'unica al mondo a poterlo catturare di nuovo.
Veniamo ora alle copertine!

Edizione originale
The Marsh King's daughter by Karen Dionne
Edizione italiana
La casa del padre di Karen Dionne

Trovo la copertina dell'edizione originale de The Marsh King's daughter, uscita a giugno 2017, di un piattume totale. 'Sto verde che non si  capisce se vuole essere un verde smeraldo o un verde acido, nessun elemento che catturi l'occhio, 'ste lettere che emergono dall'acqua con un effetto da nipote del cugino dell'editore... Dimenticabilissima.

Tutt'altra cosa è invece quella italiana, che trovo riuscitissima e veramente d'effetto. Adoro il modo in cui i gambi dei fiori attraversano le lettere, adoro la palette di colori e adoro quest'effetto cupo quasi da foto in negativo. Molto affascinante!

(P.s.: proprio mentre preparo questo post sta iniziando a nevicare! 😍)

Voi cosa ne dite? Esprimete pure la vostra preferenza nei commenti, se vi va, e magari lasciate anche una vostra interpretazione! 😊

L'autrice
Karen Dionne è scrittrice, fondatrice della community online di scrittori Backspace, e membro dell'associazione International Thriller Writers. Appena sposata, ha vissuto alcuni anni nei boschi, come la protagonista de La casa del padre. Pubblicato in America con grande successo, il romanzo è considerato uno dei migliori del 2017. È stato bestseller anche in Germania ed è in corso di pubblicazione in altri ventisei Paesi.

Nessun commento:

Posta un commento