5.5.17

• Quote of the Week #13 •

Buongiorno, cercatori di libri!
È venerdì, giorno dedicato al Quote of the Week!
Ogni venerdì, per chiudere in bellezza una settimana di impegni e stress e prepararsi al weekend con un po' di sano filosofeggiamento, posterò una o più citazioni particolarmente interessanti e profonde - ma anche no - tratte dalle mie letture dei giorni precedenti!
Controindicazioni: Attenzione. Maneggiare con cautela. Il rischio di passare venerdì e sabato sera ad interrogarsi su chi siamo, perché siamo, dove andiamo e da dove veniamo è concreto. Si consiglia, dopo la somministrazione, l'ascolto di canzoni MOLTO pop o la visione di film o programmi TV moderatamente trash, per controbilanciare l'elevato grado di intellettualitudine di questi post. Si prega di non considerare la sottoscritta responsabile di eventuali conseguenti sbornie tristi.

Per questo venerdì vi propongo un piccolo brano preso da Fahrenheit 451 di Ray Bradbury, libro MERAVIGLIOSO che consiglio a tutti, soprattutto chi ha già letto e amato 1984 di Orwell. Anzi, se qualcuno di voi l'ha letto, mi lasci qui sotto le sue impressioni, ché sono curiosa! 😍
«Riempiti gli occhi di meraviglie, vivi come se dovessi cadere morto fra dieci secondi! Guarda il mondo: è più fantastico di qualunque sogno studiato e prodotto dalle più grandi fabbriche. Non chiedere garanzie, non chiedere sicurezza economica, un siffatto animale non è mai esistito; e se ci fosse, sarebbe imparentato col pesante bradipo che se ne sta attaccato alla rovescia al ramo di un albero per tutto il santo giorno, ogni giorno, passando l'intera vita a dormire. Al diavolo» diceva il nonno «squassa l'albero e fa' che il pesante bradipo precipiti al suolo e batta per prima cosa il culo!»
Ray Bradbury
Fahrenheit 451

Mondadori • 1956 (I ed. italiana)
brossura • 166 pagine
€ 12.00 • amazon.it
Montag fa il pompiere in un mondo in cui ai pompieri non è richiesto di spegnere gli incendi, ma di accenderli: armati di lanciafiamme, fanno irruzione nelle case dei sovversivi che conservano libri e li bruciano. Così vuole fa legge. Montag però non è felice della sua esistenza alienata, fra giganteschi schermi televisivi, una moglie che gli è indifferente e un lavoro di routine. Finché, dall'incontro con una ragazza sconosciuta, inizia per lui la scoperta di un sentimento e di una vita diversa, un mondo di luce non ancora offuscato dalle tenebre della imperante società tecnologica.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...