11.3.16

Quote of the Week #5

Bonjour, buon venerdì e buon QotW, lettori!
Ogni venerdì, per chiudere in bellezza una settimana di impegni e stress e prepararsi al weekend con un po' di sano filosofeggiamento, posterò una o più citazioni particolarmente interessanti e profonde - ma anche no - tratte dalle mie letture dei giorni precedenti!
Controindicazioni
Attenzione. Maneggiare con cautela. Il rischio di passare venerdì e sabato sera ad interrogarsi su chi siamo, perché siamo, dove andiamo e da dove veniamo è concreto. Si consiglia, dopo la somministrazione, l'ascolto di canzoni MOLTO pop o la visione di film o programmi TV moderatamente trash, per controbilanciare l'elevato grado di intellettualitudine di questi post. Si prega di non considerare la sottoscritta responsabile di eventuali conseguenti sbornie tristi.
Questa settimana ho scelto ben QUATTRO citazioni tratte da Buona Apocalisse a tutti! di Terry Pratchett e Neil Gaiman, che ho amato!
Fatemi sapere cosa ne pensate!

Gli inglesi, popolo per lo più grossolano e indolente, non dimostrarono mai lo stesso entusiasmo all'idea di bruciare le donne, quanto il resto d'Europa. In Germania, i roghi erano allestiti e accesi con impeccabile minuzia teutonica. Anche gli zelanti scozzesi, impegnati per secoli nella perpetua lotta contro i loro arcinemici, gli scozzesi, non disdegnavano un rogo o due per movimentare le lunghe serate d'inverno. Gli inglesi, invece, non sembrarono mai pervasi dall'entusiasmo necessario.
«Qualcuno o qualcosa ama questo posto. Ne ama ogni centimetro quadrato con tanta forza da farsi suo scudo, e proteggerlo. Un amore profondo, enorme, coraggioso. Com'è possibile che da qui abbia inizio qualcosa di crudele? Che la fine del mondo abbia origine in un posto come questo?»
Nessuno ostacolò il cammino dei Quattro verso uno degli edifici lunghi e bassi sormontati dalle antenne radio. Nessuno prestò loro attenzione. Forse nessuno vide nulla. Forse tutti videro solo quel che era stato loro ordinato di vedere, dal momento che la mente umana non è preparata a vedere Guerra, Carestia, Inquinamento e Morte, quando non desiderano essere scorti, ed è ormai talmente assuefatta che spesso riesce a ignorarli anche quando la circondano.
«Non vedo cosa ci sia di così fantastico nel creare le persone e poi incavolarsi con loro perché si comportano come persone» disse Adam con aria severa. «E comunque, se la smetteste di dire che tutto si sistemerà dopo la morte, la gente potrebbe tentare di comportarsi meglio quando ancora è in vita. Se comandassi io, cercherei di far vivere le persone più a lungo, come il vecchio Matusalemme. Sarebbe tutto molto più interessante, e forse, dopotutto, la gente potrebbe rendersi conto di quel che sta combinando all'ambiente e all'ecologia, perché da qui a cento anni sarebbe ancora al mondo.»
● Autore: Terry Pratchett, Neil Gaiman
● Titolo: Buona Apocalisse a tutti!
● Titolo originale: Good Omens
● Editore: Mondadori
● Collana: Piccola biblioteca Oscar Mondadori
● 1a ed. originale: 1990
● Pagine: 381
● Formato: brossura
● Prezzo: € 13.00
● Dove: Amazon.it
Sulla base delle Profezie di Agnes Nutter, Strega (messe per iscritto nel 1655 prima che Agnes facesse saltare in aria tutto il villaggio riunito per godersi il suo rogo), il mondo finirà di sabato. Sabato prossimo, per essere proprio precisi. È per questo motivo che le temibili armate del Bene e del Male si stanno ammassando, che i Quattro Motociclisti dell'Apocalisse stanno scaldando i loro poderosissimi motori e sono pronti a lanciarsi per strada, e che gli ultimi due scopritori di streghe si preparano a combattere la battaglia finale, armati di istruzioni clamorosamente antiquate e di innocue spillette. Atlantide sta emergendo, piovono rane dal cielo. Gli animi si surriscaldano... Bene bene. Tutto sembra proprio andare secondo il Piano Divino. Non fosse che un angelo un filo pignolo (ma giusto un filo, per carità) e un demone che apprezza la bella vita - ciascuno dei quali ha passato tra i mortali sulla Terra parecchi millenni e si è, come dire?, affezionato a usi e costumi umani - non fanno esattamente salti di gioia davanti alla prospettiva dell'incombente catastrofe cosmica. E allora, se quei due (Crowley e Azraphel) vogliono che quanto profetizzato non si compia, devono mettersi al lavoro subito per scovare e uccidere l'Anticristo (mica una bella cosa, visto che è un ragazzino simpaticissimo). Ma c'è un piccolo problema: sembra proprio che qualcuno lo abbia scambiato con qualcun altro...

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...